Saccottini di carne con fiori di zucca, scamorza affumicata e prosciutto cotto

Cari amici, finalmente ho ripreso in mano il mio blog. Purtroppo in questi mesi sono stato “rapito” dagli impegni universitari e lavorativi (e lo sarò anche nei prossimi!); ma la voglia di ritornare a cucinare è troppo forte, un amore al quale non posso più dire di no!

Per ripartire vi propongo il primo “secondo” del blog: saccottini di carne con fiori di zucca, scamorza affumicata e prosciutto cotto. Lo confesso: non amo particolarmente cucinare i secondi piatti e quindi mi rifugio sempre in ricette molto semplici, proprio come questa!

Basta chiacchiere! Vediamo insieme come si preparano!

 

INGREDIENTI per 2 persone (ho considerato 4 saccottini a testa)

  • 8 fette sottili di vitellone
  • 8 fiori di zucca
  • 4/5 fette di prosciutto cotto
  • 80 g di scamorza affumicata (o di un altro formaggio filante)
  • sale q. b.
  • pepe nero q. b.
  • salvia q.b.
  • olio extravergine d’oliva q. b.
  • farina q. b.
  • vino rosso o bianco q. b.

PREPARAZIONE

Per prima cosa pulisco i fiori di zucca: ne taglio il gambo, ne elimino con le dita il pistillo e li apro. Poi, con un coltello ne tolgo la parte verde più scura, quella finale (circa 1 cm).

Lavo delicatamente i fiori di zucca, immergendoli per qualche istante in una ciotola con dell’acqua fredda. Li trasferisco su della carta assorbente e li asciugo.

Grattugio a scaglie la scamorza e la metto da parte.

E adesso farcisco i saccottini. Su un tagliere dispongo le fette di carne e, su ciascuna, spargo un pizzico di sale, vi adagio un fiore di zucca, mezza fetta di prosciutto cotto, un “quanto basta” di scamorza affumicata e termino con una macinata di pepe nero.

Non mi resta che formare i saccottini (io ho usato degli stuzzicadenti per chiuderli), infarinarli e tuffarli in una padella con un generoso filo d’olio extravergine d’oliva ben caldo e qualche foglia di salvia.

Lascio rosolare i saccottini per circa 3-4 minuti, avendo l’accortezza di girarli di tanto in tanto per farli cuocere uniformemente.

Raggiunta la doratura ottimale, sfumo con mezzo bicchiere di vino bianco (o rosso, se preferite!). Lascio cuocere per qualche minuto ancora ed il piatto è servito! Tutti a tavola!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...