(la mia) Pastiera napoletana

Premetto che le mie origini sono siciliane e non partenopee. Non ho quindi una ricetta di famiglia che si tramanda di generazione in generazione; né ho mai vissuto la querelle che ogni anno, a Pasqua, si innesca tra le famiglie napoletane, in una gara a colpi di “chi la fa più buona” e “ti è venuta meglio l’anno scorso”. Per tutti questi motivi, sembra impossibile trovare la ricetta che metta d’accordo tutti! Quella che vi propongo è (la mia) pastiera napoletana, frutto di dosi e consigli recuperati qua e là! Io ne sono rimasto soddisfatto, e voi? Non vi resta che provarla!

Dosi per due pastiere (una da 28 cm e l’altra da 14 cm di diametro, altezza 3,5 cm)

PER LA FROLLA

  • 500 g di farina “oo”
  • 200 g di strutto
  • 200 g di zucchero a velo
  • 120 g di uova (circa due medie)
  • Un pizzico di sale

PER IL RIPIENO

  • 560 g di grano già cotto
  • 730 g di ricotta di pecora
  • 500 g di zucchero semolato
  • 200 ml di latte intero
  • 5 uova intere + 2 tuorli
  • 30 g di strutto
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di cannella
  • 2 fialette di Aroma Fior d’Arancio
  • Un limone
  • Buccia grattugiata di un limone non trattato
  • Buccia grattugiata di un’arancia non trattata

PREPARAZIONE

Per preparare la frolla, metto in un recipiente la farina e lo strutto e, esercitando una lieve pressione con la punta delle dita, ottengo un composto abbastanza “sbricioloso” e sfarinato. Lo verso su una spianatoia, faccio la fontana, aggiungo al centro lo zucchero a velo setacciato, le uova leggermente sbattute e un pizzico di sale. Lavoro e compatto velocemente gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lo avvolgo nella pellicola e lo lascio riposare per un’intera notte in frigo.


Nel frattempo mi dedico alla preparazione del grano. Avendo optato per quello già cotto, non mi rimane che renderlo più cremoso e profumato facendogli fare un “bagno” nel latte. Verso in una pentola il grano, il latte, lo strutto e la buccia di un limone privata della parte bianca. Lascio cuocere a fiamma dolce per circa 25-30 minuti, o comunque fino ad ottenere un composto cremoso, facendo attenzione a non disfare completamente i chicchi. Lascio raffreddare e metto in frigo per un’intera notte.

Prima di andare a dormire, mi ricordo di mettere a colare (in frigo!) in un setaccio – se possibile rivestito con una garza – la ricotta, per evitare che rilasci troppa acqua nel ripieno.

Il giorno dopo mi dedico alla preparazione della crema. Passo al setaccio la ricotta; la metto in una ciotola capiente insieme allo zucchero e li lavoro con un mestolo per circa 8 minuti. Ottenuta una crema, aggiungo le uova ed i tuorli leggermente sbattuti, il grano, i semi di vaniglia, l’aroma di fior d’arancio, la buccia grattugiata del limone e dell’arancia. Amalgamo gli ingredienti con un cucchiaio di legno ed il gioco è fatto!

Preriscaldo il forno a 175°.

Prelevo la frolla dal frigo, la stendo su un piano leggermente infarinato ad uno spessore di 3 – 4 mm e fodero una teglia leggermente imburrata. Verso all’interno la crema di ricotta e grano e decoro la superficie incrociando delle strisce di pasta frolla.

Inforno la pastiera e la lascio cuocere per circa 1 ora e 20 minuti. Terminata la cottura, la spolvero con dello zucchero a velo. La lascio asciugare a forno spento leggermente aperto per altri 20 minuti. Il consiglio è di non mangiarla subito, perché solo dopo qualche giorno di “riposo” la pastiera raggiungerà la giusta morbidezza e intensità di sapori! Non lasciatevi tentare…la pazienza è la virtù dei forti!

 

  
  

  
  
  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...